Tropea, l’incanto della costa Tirrenica

  • Shares

Piccola cittadina della provincia di Vibo Valentia, Tropea è probabilmente la meta balneare più apprezzata della Calabria occidentale, e senza dubbio una delle cartoline più belle d’Italia.  Dall’alto di una parete rocciosa, la città domina un mare dallo straordinario colore turchese. Un’antica leggenda vuole che Tropea sia stata fondata dal mitico eroe greco Ercole e che lui ne abbia fatto uno dei suoi cinque porti. Un susseguirsi di spiagge bianche e fini, un centro storico ricco di edifici importanti e i profumi tipici di questa terra rendono Tropea una meta ricca di fascino.

Mangiare a Tropea: street food e cucina tradizionale

Una passeggiata nel centro storico di Tropea è un vero proprio viaggio alla riscoperta dei sensi. Il rosso è in assoluto il colore predominante. Il profumo della cipolla, l’odore pungente della ‘nduja e dei peperoncini invadono le stradine del centro. Per un assaggio veloce di queste specialità avrete solo l’imbarazzo della scelta tra i tanti punti di ristoro, le rosticcerie e le pizzerie disseminati tra le viuzze del centro.

Il pesce è un altro punto forte della gastronomia locale: i ristoranti di mare in città sono davvero tanti. Ma se volete coniugare location da favola a picco sul mare con piatti eccellenti il ristorante Pimm’s è una tappa imperdibile. Nel cuore del centro storico, con prezzi più contenuti e atmosfera molto più informale,  il ristorante l’Antica Rimessa offre piatti della tradizione uniti ad accoglienza e simpatia.

Dove fare shopping: dai souvenir gastronomici ai prodotti artigianali

Pasta di liquirizia, liquore al bergamotto e il Vecchio Amaro del Capo sono solo alcuni dei tanti piccoli souvenir gastronomici che potrete collezionare. Ogni giorno, nei pressi della Biblioteca Comunale, appena fuori dal centro storico, si svolge un piccolo mercato dove è possibile acquistare ogni tipo di prelibatezza dolce e salata.  Ma Tropea può vantare anche una lunga tradizione di lavorazione della ceramica e della terracotta. Il Faro Presepi, oltre che negozio di souvenir, è un vero e proprio museo della storia. L’attività di realizzazione di presepi, pastori, tegole e nasocchi portafortuna si tramanda da generazioni. Con maestria unica e passione immutata nel tempo si racconta la storia di antichissimi mestieri.

Spostarsi a Tropea

Il modo migliore per scoprire le bellezze di questa città è sicuramente a piedi. Passeggiare per il centro vi permetterà di ammirare gli antichi palazzi, le caratteristiche stradine e fermarvi nei tantissimi negozietti di gastronomia e souvenir. Per raggiungere le spiagge potete utilizzare le scale che dal centro scendono fino alla marina. Se siete in auto, potete, invece, raggiungere il lungomare e sostare in una delle aree parcheggio predisposte. Se intendete recarvi al porto, una comoda navetta lo collega al centro con corse ogni 15 minuti.

Il centro storico: tra antichi palazzi e terrazze panoramiche

Circa 50 splendidi palazzi nobiliari e numerose chiese impreziosiscono il volto di questa città. Il centro storico è un concentrato di eleganti edifici, costruiti tra il ‘600 e il ‘700, che svettano su un’imponente roccia di tufo a picco sul mare. Splendidi portali adornati da preziosi stemmi familiari accolgono i visitatori. Palazzo Toraldo, in Largo S. Michele, è probabilmente il più rinomato edificio di Tropea. Appartenente ad una delle più facoltose famiglie della città, oggi ospita in parte un albergo. Al suo interno vi è, inoltre, una biblioteca ricca di testi antichi e preziosi. Piccole e caratteristiche stradine, ricche di piccoli negozietti di artigianato e gastronomia locale, sfociano in terrazze panoramiche da cui è possibile godere le viste mozzafiato su questo tratto di Costa degli Déi. Nelle giornate più terse dai numerosi belvedere è possibile addirittura scorgere in lontananza le Isole Eolie.

L’icona di Tropea: Isola Bella e il Santuario di Santa Maria

Meta assolutamente da non perdere durante il vostro soggiorno a Tropea è il Santuario di Santa Maria dell’Isola. Costruito sul piccolo isolotto di Isola Bella, è senza dubbio il simbolo di questa città nel mondo. Originariamente il promontorio era staccato dalla terraferma, ragion per cui coraggiosi eremiti vi si avventuravano arrampicandosi su una ripida scogliera. Pare, infatti che Isola Bella, fosse abitata già dal VII secolo. Le finalità monastiche risalgono ad epoca più “recente”. Si data al periodo medioevale la costruzione del Santuario, ad opera dei monaci benedettini. Oggi una strada unisce l’isolotto alla terraferma e una scala, costruita in seguito al violento terremoto del 1783, permette di raggiungere la chiesa, recentemente riaperta al culto dei fedeli.

Le spiagge da non perdere

Ben 4 km di costa in cui insenature di sabbia si alternano a costoni rocciosi, creando dei panorami mozzafiato. La spiaggia della Rotonda, o Roccette, è considerata senza dubbio una delle più belle di Tropea. Il fondale interamente sabbioso e poco profondo la rende una delle più spiagge più apprezzate dalle famiglie con bambini. In estate è letteralmente presa d’assalto, per cui è consigliabile raggiungerla di mattino presto. Nei pressi del porto turistico, la spiaggia del Cannone è invece molto più riservata. Delimitata dallo scoglio di San Leonardo, è raggiungibile attraverso una piccola scala. A’ Linguata, facilmente raggiungibile dal lungomare, è la spiaggia più apprezzata dal pubblico giovane per la presenza di lidi attrezzati e centri per il noleggio di attrezzature sportive. Proseguendo in direzione di Riaci si incontra il Passo del Cavaliere. La storia di questa spiaggia è avvolta nella leggenda. Si narra che un cavaliere, inseguendo una ninfa, cadde da una rupe sulla spiaggia sottostante. E da qui il nome voluto per questo lembo di sabbia.

Tropea spiaggia
Fonte Shutterstock

Luoghi particolari: il Palombaro e la Grotta dello scheletro

Proprio ai piedi di Isola Bella, sorge una delle insenature più caratteristiche e romantiche di questo litorale: U Palumbaru”Questa grotta, così chiamata per via del numero elevato di uccelli che vi nidificano, è raggiungibile via mare, a nuoto o con un mezzo, costeggiando l’isola. I più temerari possono anche tentare di attraversare la piccola grotta che collega il Palombaro alla vicina spiaggia A’ Linguata. 

Quasi ai confini con Riaci, nella meravigliosa spiaggia di Petri I Mulinu, si trova la suggestiva Grotta dello Scheletro, detta anche Grotta Azzurra, per via del particolare riflesso di luce che si crea sul corpo di chi vi entra. E’ raggiungibile via mare o a piedi dalla Baia di Riaci.

Tropea panorama
Fonte Shutterstock

Tropea e dintorni: i panorami mozzafiato della costa degli Dèi

Tropea è considerata la perla di quel tratto di costa tirrenica della Calabria che va da Pizzo a Nicotera. Circa 55 km di litorale in cui il mare è il padrone incontrastato. Tratti di sabbia si alternano a imponenti rocce, creando insenature e paesaggi incantevoli. Luoghi meravigliosi, ricchi di storia e avvolti nella leggenda. Un’escursione in barca è il modo migliore per apprezzare questi angoli di paradiso. Lungo il percorso potrete ammirare il promontorio di Capo Vaticano, i cui pendii si tuffano in un mare stupendo e la spiaggia di Formicoli, Forum Erculis, con i resti di un antico porto romano. Risalendo verso Nord, lo scoglio Grande di Riaci offre una vista indimenticabile. A Zambrone potrete nuotare nell’antica peschiera del Murenario di Sant’Irene, un grande vivaio naturale per i pesci. Un’esperienza davvero unica! Sono tantissime le compagnie che offrono escursioni o noleggio nautico in partenza dal porto di Tropea. E tante sono le opzioni tra cui potrete scegliere. Ciò che assolutamente non dovete dimenticare è l’attrezzatura da snorkeling, scarpe comode e macchina fotografica!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *