San Vito Lo Capo: 10 cose da fare e da vedere

  • Shares
Abitanti:       4708 Nome Abitanti:     Sanvitesi
Superficie:   60,12 Km² Santo Patrono:      San Vito 15 giugno
Densità:        78,31 ab./Km² Siti:
Prefisso:       0923 Metri sul l. Mare:   0/913 m.s.l.m
Cap:               91010 Provincia:                Trapani

Rinomata località balneare in provincia di Trapani, San Vito Lo Capo è nota principalmente per le sue splendide spiagge, le cale spettacolari e le acque cristalline. Ogni anno, frotte di turisti accorrono attratti anche dall’incredibile fascino del paese incastonato tra la parete rocciosa della Piana dell’Egitarso e l’alto promontorio di Monte Monaco. Pronti a scoprire dieci cose da fare e da vedere a San Vito Lo Capo?

1 Rilassarsi su una spiaggia paradisiaca

La lunga spiaggia bianca di San Vito lo Capo è un vero e proprio paradiso marino, fatto di ben 3 chilometri di sabbia finissima e fondali limpidissimi. Vi si accede tramite un’unica strada che attraversa il paese, da cui si può raggiungere comodamente in 10 minuti di cammino. Più volte premiata con la Bandiera Blu, affascina anche per il paesaggio che la circonda, con Monte Monaco, che si innalza ad est, la parete rocciosa della Piana dell’Egitarso ad ovest e il Faro, sulla punta del golfo. Di sera, concedetevi una passeggiata romantica lungo la battigia o un indimenticabile bagno di mezzanotte. In spiaggia si possono noleggiare un ombrellone e due lettini a circa 10 euro.

2 Fare trekking ed escursioni subacquee nella Riserva dello Zingaro

Area naturale protetta di incomparabile bellezza, la Riserva Naturale si estende per oltre sette chilometri di costa incontaminata, nella penisola di San Vito Lo Capo che si affaccia sul Tirreno, tra Castellammare del Golfo e Trapani. Perfetta per gli appassionati di trekking e delle escursioni subacquee, presenta meravigliose scogliere a picco. Entrando dal sentiero principale, si possono imboccare percorsi più stretti che portano alle calette pittoresche o sulle spiaggette intime, le cui acque cristalline nascondono fondali ricchi di pesci e coralli.

3 Visitare il Santuario di San Vito

Passeggiando nella piazza del centro, cuore del paese, vi imbatterete nel maestoso Santuario. Considerato il monumento più interessante del paese. Secondo la leggenda venne originariamente innalzato per proteggere i fedeli dalle frequenti incursioni dei pirati. Non perdetevi, al suo interno, il piccolo e suggestivo Museo di arredi sacri.

4 Imbattersi in una singolare cappella con una spaventosa leggenda

La piccola Cappella di Santa Crescenzia non passa di sicuro inosservata. Costruita in stile moresco nel XIII secolo, in onore della nutrice di San Vito, è situata alle porte del paese. La leggenda narra che, in questo luogo, Crescenzia sia morta per lo spavento, dopo essersi girata per dare l’ultimo sguardo al villaggio di Conturrana che stava crollando.

5 Ritrovarsi in una location da film

Tra i luoghi simbolo del territorio, Tonnara del Secco si trova a tre chilometri dal centro di San Vito Lo Capo. Così chiamata perché in prossimità di una zona marina dal fondale basso, entrò in funzione nel 1412, in seguito all’autorizzazione alla pesca del tonno da parte di Ferdinando I di Borbone. Luogo suggestivo e ricco di fascino, è stato spesso scelto come location per diversi film e per alcuni episodi de “Il Commissario Montalbano”. Bene vincolato per la sua notevole importanza, ha conquistato il 7° posto nella classifica dell’ultima edizione de “I Luoghi del Cuore FAI”.

6 Esplorare la Riserva di Monte Cofano

La Riserva di Monte Cofano è un’altra incredibile attrazione di San Vito Lo Capo, a cui si accede pagando un piccolo ticket, proseguendo poi a piedi fino alla Tonnara di Cofano. Qui si trova la splendida Torre di Tuono, dalla caratteristica forma quadrata a pareti concave. Fare il bagno accanto a questa antica costruzione, nella più totale quiete, è un vero e proprio lusso.

7 Guardare il panorama di San Vito lo Capo dall’alto

Salendo in auto o a piedi sulla Piana dell’Egitarso, potrete abbracciare con lo sguardo il paese e la spiaggia, con il monte Monaco e il Faro e, in alcuni giorni, persino la punta estrema di Castellammare del Golfo. Da questa larga striscia di terra, potrete scattare foto di panorami mozzafiato!

8 Passeggiare mano nella mano fino al Faro

Altro luogo simbolo di San Vito Lo Capo, rende d’obbligo una passeggiata fin sotto la torre, alta 43 metri. Di notte la sua luce arriva fino a oltre venti miglia marine, il che lo rende uno dei luoghi più importanti della Sicilia.

9 Assaggiare i piatti della tradizione

A San Vito Lo Capo ci sono sono moltissimi ristoranti, trattorie e friggitorie dove è possibile gustare i piatti della tradizione, come il pane cunzato (pagnotta cotta artigianalmente, condita con i più svariati prodotti tipici siciliani), le celebri arancine di riso e il rinomato cous cous di pesce o di carne. A San Vito Lo Capo si mangia benissimo ovunque, si consiglia assolutamente il ristorante pizzeria Pomelia: una pizza unica, preparata con antiche farine e il pescato del giorno assolutamente da provare.

10 Ammirare il tramonto dal romantico Belvedere

Il Belevedere di Macari è uno dei luoghi più amati dai visitatori per scattare foto ricordo, in particolar modo al tramonto, quando il calar del sole conferisce al cielo e al mare tonalità di rara bellezza. Da qui si può raggiungere la Cala del Bue Marino, nella frazione di Castelluzzo, incoronata nel 2015 la spiaggia più bella d’Italia.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *