Pamukkale: 10 cose da fare e da vedere

  • Shares

Dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, per la sua incredibile bellezza, Pamukkale è un luogo unico al mondo. Il nome di questo spettacolare sito naturale della Turchia sud-occidentale significa “castello di cotone”, e il perché è presto svelato dalle bianche terrazze di travertino che ospitano piccole piscine di acque termali. Un centro benessere naturale, immerso in un paesaggio mozzafiato, che vale la pena visitare almeno una volta nella vita. Scopriamo dieci cose da fare e da vedere a Pamukkale. Non solo Istanbul quindi, in questa terra troppe volte sottovalutata dai grandi flussi turistici.

Visitare le incredibili vasche di travertino

I visitatori che si recano a Pamukkale lo fanno principalmente per le suggestive vasche di travertino, attrazione principale di questo splendido sito naturale. Queste caratteristiche terrazze di forma circolare si sono formate alle pendici di una montagna bianchissima che contrasta con il turchese delle acque e la verde pianura sottostante. I bacini sono sorvegliati dalle guardie del parco, che obbligano a camminare scalzi per proteggerli dai danni del turismo di massa.

Camminare su terrazze di un bianco accecante

La camminata in discesa, sulle piattaforme di calcite, può durare dai 30 ai 45 minuti. Sebbene queste piscine naturali non siano molto profonde, ci si può ritrovare immersi nelle acque termali. In cima al sentiero c’è anche un canale d’acqua calda dove ci si può bagnare le gambe. L’ora migliore per visitare questo luogo unico al mondo è senza dubbio il pomeriggio, quando è meno affollato e non si rischia di essere abbagliati dal riflesso dei raggi del sole sulla roccia bianca.

Beneficiare delle sorgenti termali naturali

Le acque termali di Pamukkale hanno una temperatura di circa 35°C e sono ricche di idrocarbonato di calcio che, versandosi sui bordi dell’altopiano, ha creato la spettacolare formazione di piscine uniche nel loro genere. Le sorgenti di acqua calda sono state utilizzate sin dall’antichità per il loro potere terapeutico. Un bagno in queste vasche rigenera i sensi e offre un valido aiuto nella risoluzione di problemi di circolazione, di digestione e reumatici.

Visitare la splendida Hierapolis di Pumukkale

Oltre alle incredibili vasche di travertino, l’altra principale attrazione di Pamukkale sono le rovine dell’antica Hierapolis. Questa località termale, romana e bizantina, è una delle più curate della Turchia. Tra sentieri lastricati, le distese di fiori, le rovine di monumenti antichissimi e una necropoli di suggestiva bellezza, quest’antica città è un gioiello tutto da scoprire.

Camminare tra i resti di un tempio antico

Superata la monumentale Porta bizantina, vi ritroverete davanti al Tempio di Apollo. La costruzione sembra risalire al III secolo, sebbene alcuni frammenti inducano a pensare che ve ne fosse in precedenza uno ancora più antico. Vi si possono ammirare ancora i resti di un porticato dorico che circonda l’ampia terrazza, collegata all’area sacra da una scala di marmo.

Scoprire la celebre Porta degli Inferi

Seguendo il percorso delle sorgenti di acqua termale che attraversano l’antica città, gli archeologi hanno scoperto l’esistenza della famosa Porta di Plutone (Plutonium), l’ingresso degli inferi secondo la mitologia greco-romana. Situata sotto il Tempio di Apollo, si tratta di un’apertura di dimensioni sufficienti per farci passare un solo uomo, da cui fuoriesce un gas molto denso, considerato velenoso: gli animali che vi entrano muoiono infatti all’istante. Pare che solo i sacerdoti conoscessero il segreto che consentiva loro di trattenere il respiro, così da evitare di essere investiti dai fumi tossici dell’Ade. Qualcosa insomma, che ricorda la porta dell’inferno in Turkmenistan.

Ammirare il teatro romano

Altra splendida attrazione di Hierapolis è il teatro romano, progettato nel III secolo per ospitare più di 10 mila spettatori. Oggi sono ancora visibili gran parte del palco, i sedili della cavea in travertino e l’imponente facciata della frontescena, ornata con statue e rilievi.

Entrare nel Museo archeologico

Nel Museo Archeologico di Hierapolis, situato nelle antiche terme romane, si possono ammirare meravigliosi sarcofagi e reperti rinvenuti nella città e nei suoi dintorni, tra cui lampade, gioielli e opere scultoree che provengono dal teatro romano.

Fare il bagno in un’antica piscina

Sia in estate che in inverno, i visitatori possono immergersi nelle acque della vasca sacra, situata nel cortile del centro termale dell’Antica Piscina. Qui ci sono antiche colonne di marmo sommerse, su cui ci si può appoggiare, dedicandosi momenti di completo relax in un ambiente ricco di fascino.

Volare in parapendio

I visitatori più impavidi potranno provare l’esperienza del parapendio in tandem, godendo di una spettacolare e inedita vista panoramica su Hierapolis e sulle bianchissime cascate di travertino. L’ideale per trasformare una visita a Pamukkale in un’emozione unica.

I video su Pammukkale

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *