Montalcino, il borgo medievale sospeso nel tempo

  • Shares

Montalcino è un ridente paesello in provincia di Siena, famoso soprattutto per la produzione dello squisito Brunello, il vino rosso italiano dotato di maggiore longevità. Non è solo il vino però a dare lustro a Montalcino, che offre ai suoi turisti tante bellezze naturali ed artistiche di enorme valore.

botti brunello di Montalcino

L’aspetto geografico di Montalcino

Da un punto di vista geografico Montalcino si erge su una collina circondata da ulivi, querce, vigneti e stradine di campagna che si intrecciano tra di loro immerso nel verde lussureggiante ed i vividi colori della natura. Montalcino è un centro medievale dove sembra che il tempo si sia fermato, circondato da un possente sistema di cinta muraria e sovrastato da un antico castello.

A spasso per Montalcino tra storia e vita mondana

Montalcino dal Medio Evo praticamente non ha subito notevoli variazioni. Proprio per questo motivo passeggiando tra le caratteristiche e pittoresche stradine del paese sembra di fare un viaggio nel tempo. Le vie del borgo si intrecciano in un labirinto in cui perdersi tra i caratteristici negozietti dove acquistare i prodotti tipici del posto o simpatici souvenir, oppure fermarsi ai ristoranti e locali dove gustare le prelibatezze del posto.

Per portarti a casa un po’ di Montalcino, non dimenticare di acquistare una bottiglia di Brunello da tirar fuori nelle occasioni speciali. Ti ho già accennato al castello di Montalcino, da cui si gode un panorama invidiabile e che in estate diventa teatro di diversi eventi e manifestazioni come il “Jazz & Wine Festival“, dove il vino scorre a fiumi tra buona musica ed un’atmosfera goliardica.

il castello di Montalcino

Le bellezze artistiche di Montalcino

Se vuoi arricchire il tuo bagaglio artistico non puoi perderti il Museo Civico e Diocesano di Arte Sacra, che espone antiche sculture e dipinti di arte religiosa, ed il Museo del Vetro. Tra le altre attrazioni da visitare ti suggerisco il Palazzo dei Priori, che affaccia su Piazza del Popolo, la chiesa di San Francesco, di Sant’Egidio e di Sant’Agostino.

Risale infine al 2007 la straordinaria scoperta dei resti fossili di una balena, vissuta ben quattro milioni di anni fa nel periodo pliocenico, quando Montalcino era ricoperta dalle acque del mare. Direi che di motivi per una vacanza rilassante, culturale ed enogastronomica a Montalcino ce ne sono in abbondanza, non credi?

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *