Modica, città del barocco e del cioccolato

  • Shares

Non potete proprio dire di non conoscere Modica, perché negli ultimi 18 anni è diventata famosissima grazie alle serie tv de “Il Commissario Montalbano”. Modica, in provincia di Ragusa, presta infatti il “volto” al capoluogo immaginario di Montelusa, nel cui territorio – secondo i romanzi di Camilleri – sorge il comune altrettanto immaginario di Vigata. Ma Modica, col suo barocco splendente, è stata anche set cinematografico per spot pubblicitari, film documentari.

Se volete una meta per le vostre vacanze di primavera, Modica e i suoi dintorni sono proprio quel che fa per voi. Siamo tra le gole rocciose dei monti Iblei, che in estate diventano aride fornaci ma in primavera si riempiono di fiori e profumi meravigliosi. Modica sorge appunto in una di queste gole, con la sua strana struttura a imbuto che vede la città scendere dai fianchi delle colline verso l’antico letto di due torrenti ormai interrati da tempo.  Una città che è rinata dal terribile sisma del 1693 ancora più bella e luminosa e che vi conquisterà con i suoi colori e i suoi sapori. Mai sentito parlare del cioccolato modicano?

Modica angeli
Fonte Istock

Dove Mangiare a Modica

Molto vasta la scelta tra ristoranti, ristoranti-pizzerie, enoteche e wine-bar e ovviamente i tanti bar-pasticceria di cui Modica è piena. La selezione migliore potrete farla da voi, provando e gustando ogni giorno un locale diverso. Noi vi suggeriamo, tra i ristoranti, Osteria Dei Sapori Perduti, oppure l’elegante Le Magnolie. Tra le trattorie di alto livello A Putia Ro Vinu (letteralmente: il negozio di vini).

Ma non rinunciate al famoso cioccolato di Modica fatto secondo la ricetta originale degli indigeni centroamericani e privo di grassi o sostanze aggiunti. Il regno della vera ricetta di questo cioccolato si trova dietro la chiesa di San Giorgio ed è la Dolceria Bonajuto. Oltre al cioccolato, a Modica bisogna assolutamente assaggiare le scacce, una sorta di focaccia piatta condita come la pizza, la pasta fresca al ragù di maiale, lo sformato di salsiccia e cacio, i dolci Mpanatigghi fatti con carne tritata, zucchero e cacao.

Dove Fare Buon Shopping

Modica è circondata da grossi centri commerciali, due su tutti La Fortezza e Solaria. Ma noi vi suggeriamo di fare i vostri acquisti in centro, perché ammirare le vetrine circondati dal barocco è tutta un’altra esperienza. Potete farlo tranquillamente lungo il centralissimo corso Umberto I, oppure lungo la via Sacro Cuore. Nella zona detta Modica Sorda è sorto proprio un consorzio commerciale in cui si raccolgono tutti i migliori negozi della città.

Se andate in cerca di souvenir, quasi certamente troverete magliette con stemmini barocchi e l’immancabile cioccolato. Sono infatti le barrette di cioccolato puro modicano il vero ricordo da portare ad amici e parenti. Non mancano in città i negozi specializzati in queste vendite gastronomiche ma per trovare più varietà occorre spostarsi fuori al centro, nella frazione di campagna di Frigintini, dove le botteghe sono ricche di bontà locali.

Come Spostarsi in Città

Modica è piena di scalinate, salite e discese. Non mancano i bus urbani e i taxi per evitare lunghi sforzi, per cui potete muovervi liberamente per tutto il perimetro cittadino. Il consiglio però è sempre quello di affrontare con coraggio, a piedi, anche le salite più dure perché sarete ripagati dai panorami mozzafiato che si godono dalla parte alta della città.

Escursioni Nei Dintorni

La posizione centrale rispetto a molte bellissime zone della Sicilia Sud Orientale consente a chi fa base a Modica di poter usufruire di escursioni, di mezza o intera giornata, un po’ ovunque. A pochissima distanza sorgono tutte le “città di Montalbano” come Ragusa, Ibla, Scicli. Noto e Siracusa sono appena più distanti ma sempre raggiungibili in poco tempo via autostrada. Una escursione di un giorno può raggiungere anche l’Etna oppure Caltagirone.

Cosa Vedere in Centro

Il barocco è il monumento principale di Modica e si trova sparso ovunque, tra palazzi, chiese, scalinate e fontane. I due edifici da non perdere sono sicuramente San Giorgio, che si raggiunge con una faticosa salita su per la scalinata storica, ripagati da un panorama mozzafiato, e San Pietro con la sua facciata rossa.

Modica orologio
Fonte Istock

Da poco riscoperte e rivalutate anche le chiese di San Giovanni, San Domenico e il Carmine. Tra le architetture laiche vi suggeriamo le rovine del Castello dei Conti e il Teatro Garibaldi. Se avete possibilità di farlo, scappate per un pomeriggio sul lungomare di Marina di Modica per sentirvi un po’ Montalbano pure voi!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *