La vertigine verde delle Gole del Verdon

  • Shares

E’ forse una delle gole più profonde d’Europa, sicuramente affascinante e incredibile da guardare. L’enorme canale scavato per secoli dal fiume Verdon si trova nella Provenza, in Francia, ed è una attrazione turistica che vale la pena andare a vedere. Nessuna parola può descrivere le sensazioni del trovarsi a un passo dall’abisso come … esserci!

Provate ad andare in estate, quando il clima sulle montagne è gradevole. La Provenza si raggiunge facilmente dall’Italia ed essendo la Francia un Paese della UE non ci sono difficoltà di accesso o di movimento all’interno dei suoi confini. Una volta sul posto, però, rispettate le regole e i divieti. Con la natura non si scherza.

Le Gole del Verdon

Il fiume Verdon nasce sul massiccio detto Trois Evêchés e dopo un lungo percorso di 175 km va a confluire nel fiume Durance, nel sud-est francese. Si incanala nelle famose gole lungo il confine tra i dipartimenti di Var e Alpes-de-Haute-Provence e anzi proprio le gole sono il confine fisico tra i due territori. Le misure delle gole sono: larghezza compresa tra i 100 metri a livello letto del fiume e fino a 1500 metri a livello della cima della gola, la profondità invece tocca i 700 metri in alcuni punti.

Perché Visitare le Gole del Verdon

Per chi ama l’avventura e le escursioni le gole del Verdon sono un sito straordinario. Ma per chi è appassionato di arrampicata è addirittura il paradiso. La “palestra” che prepara a sfidare ogni ambiente. Le pareti ripidissime delle Escales, siti come Paroi Rouge, Carelle, Troisieme Ciel, La Mission, Virginie … per citarne solo alcuni … sono meta ogni anno di temerari che considerano la montagna una sfida.

Chi invece vuole solo camminare nella natura potrà seguire i tanti sentieri tracciati come il GR4, il Mertel, o Couloir Samson che è un itinerario meno duro e adatto anche alle famiglie. Esiste la possibilità, accompagnati da guide e istruttori locali, di fare sport d’acqua come canottaggio e rafting sul fondo delle gole. Chi ama soltanto fotografare potrà semplicemente affacciarsi dall’alto per ammirare la vertigine verde delle gole e il corso del fiume che sembra solo un tratto di matita, visto dalla cima.

Il Lago Sainte Croix

La parte turisticamente più interessante delle gole del Verdon comincia da Castellane e termina al Lago Sainte Croix. Questo è un lago artificiale ottenuto dallo sbarramento di una diga che ha letteralmente allagato la vallata sottostante cancellando dalle mappe un villaggio che, prima dell’apertura della diga, fu demolito. Oggi quelle rovine si possono ammirare solo immergendosi, mentre dall’alto dei ponti che sovrastano questo punto il lago appare come una meravigliosa pozza dai colori che variano dallo smeraldo al turchese.

Il Villaggio di Salles

Punto di riferimento per il percorso finale delle gole, Salles-sur-Verdon è il paese nuovo che fu ricostruito dopo la demolizione e allagamento di quello antico, che giace ormai sotto il lago. La ricostruzione, avvenuta a fine anni Settanta del secolo scorso, ha tuttavia tenuto conto delle bellezze medievali dell’altro centro e ha usato alcuni dei materiali derivati dalla demolizione per ricreare certi edifici tipici anche nel nuovo paese.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *