Johannesburg, tra cultura, storia e creatività

  • Shares

Johannesburg è la città più popolosa del Sud Africa e sorge a circa 1800 metri d’altitudine. E’ una città affascinante, dove coabitano da sempre ricchezza e povertà. E’ anche una città pericolosa, dove il tasso di criminalità è sempre molto alto, quindi è meglio girare in gruppo o con una guida turistica certificata.

Che cosa vedere a Johannesburg

Soweto

Partiamo dal quartiere di Soweto, il luogo simbolo del movimento anti-apartheid. Qui sorge il Mandela Family Museum, (si trova al numero 8115 di Ngakane Street) visitabile all’interno, è stata la casa di Nelson Mandela dal 1946, quando era sposato con la prima moglie. Nel 1955 vi andò a vivere la sua seconda moglie, che rimase lì anche durante gli anni di prigionia del marito. Quando Mandela uscì dal carcere espresse la volontà di ritornare a vivere a Ngakane Street, ma per ragioni di sicurezza non potè rimanerci molto. La casa conserva vari ricordi della vita di Mandela: premi, onorificenze, ritagli di giornale, lettere e molto altro. Il museo è aperto tutti i giorni.

johannesburg
Foto di Elisa Zanolli

Sempre a Soweto sorge l‘Hector Pieterson Memorial, un museo commemorativo. Hector Pieterson fu una delle vittime degli scontri di Soweto nel 1976, quando i ragazzi manifestarono per l’obbligo di studiare in africaans invece che in inglese, e divenne l’icona della lotta anti-apartheid. Il museo è stato inaugurato nel 2002 e si trova poco lontano dal posto in cui Hector venne ucciso, di fronte al museo ci sono una fontana e una targa commemorativa.

johannesburg
Foto di Elisa Zanolli

Le torri di raffreddamento della ex centrale elettrica di Orlando sono state decorate con enormi murales e sovrastano Soweto. La Orlando Power Station è stata progettata nel 1935 per rifornire di energia elettrica la città di Johannesburg, in pieno boom economico e demografico. La centrale elettrica entrò in funzione nel 1942, e per quasi sessant’anni ha sbuffato nuvole nere su Soweto. Nel 1998 è stata dismessa ed è stata trasformata in un parco divertimenti: le sue pareti sono state colorate da murales, quella ovest ha raffigurate scene di vita quotidiana, mentre all’interno si può giocare a basket e ascoltare musica dal vivo. L’attrazione più importante resta, però, il bungee jumping che si effettua da un ponte sospeso tra la sommità delle torri.

johannesburg
Foto di Elisa Zanolli

Newton Precinct

Una volta era sede del vecchio mercato, oggi è vero centro della vita culturale in città. Si trovano qui il Museum Africa, dedicato alla storia ed alla cultura sudafricana e il Market Theatre, Museo della Scienza e della Tecnologia.

Melville

E’ il quartiere di Johannesburg più amato da chi vuole godersi in relax la visita della città con i suoi locali, i ristoranti e le isole pedonali. E’ un quartiere vicino all’università e per questo è popolato da molti giovani.

Maboneng

E’ il cuore moderno e culturale di Johannesburg. E’ il paradiso della creatività: ci sono gallerie d’arte, boutique, negozi, ristoranti e bar. Questo quartiere ha iniziato a decollare nel 2004, quando tanti edifici sono diventati officina di creatività.

Nelson Mandela Square è un paradiso dello shopping dove fare acquisti in novanta eleganti negozi. Ogni mese, oltre un milione di persone provenienti da tutto il mondo scelgono di entrare nei numerosi negozi per acquistare libri, gioielli e capi d’haute couture. Deliziosi i ristoranti che si affacciano sulla piazza, ideali per una gustosa pausa.  Chi desidera invece un assaggio della cultura locale è invitato ad assistere ad uno degli spettacoli in scena all’Old Mutual Theatre.

Nella piazza c’è una maestosa statua di Mandela: sei metri di altezza e due metri di larghezza. Le sole scarpe di Mandela sono lunghe un metro!

Fate un giro in auto oppure con una guida a Hillbrow

E’ il primo sobborgo ad essere definito “Area Grigia” ai tempi dell’Apartheid. Una zona in cui convivevano bianchi e neri. Attenzione: il tasso di illegalità è molto alto, fatevi, quindi, accompagnare da chi conosce il quartiere.

Qui visitate Constitution Hill, il vecchio Forte del 1892 un tempo era una prigione, oggi è sede della nuova Corte Costituzionale del Sudafrica. Si possono visitare anche zone del forte in cui erano detenuti i prigionieri neri e anche chi era in attesa di processo.

johannesburg
Foto di Elisa Zanolli

Top of Africa

Prima di lasciare Johannesburg andate sulla bella terrazza del Top of Africa. Si trova nel Carlton Centre, è un hotel di 50 piani completamente abbandonato. L’ultimo piano è dedicato al Top of Africa: il piano vetrato da cui si ammira la città.

Clima a Johannesburg

Trovandosi a quasi 1800 metri di altezza il clima di Johannesburg è piacevole e soleggiato. Nella stagione calda, da ottobre a marzo, fa caldo di giorno, con possibili temporali nel pomeriggio o in serata, mentre le notti sono fresche. L’inverno, da maggio ad agosto, è secco e soleggiato, con nottate molto fresche e persino fredde, ma giornate in genere piacevoli. Qualche volta la temperatura di notte può scendere sotto lo zero, soprattutto a giugno e luglio.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *