Ischia, alla scoperta dell’isola vulcanica del golfo di Napoli

  • Shares

Superate gli stereotipi e andate alla scoperta di una delle più famose mete turistiche dell’estate, ma in una stagione diversa.  La primavera è forse il momento migliore per vivere e godersi pienamente l’isola di Ischia, non fatevi scappare l’occasione. Le temperature sono gradevoli e permettono di stare all’aria aperta con poco rischio di pioggia, il che è ottimo dato che per ammirare le bellezze di quest’isola bisogna camminare. Ischia è natura, relax, ma anche storia e arte.

Se avete deciso di trascorrere qualche giorno a Ischia, sicuramente tornerete arricchiti da visioni uniche come i tramonti sul mare, il colore incredibile del cielo, quello delle case dei paesi che somigliano a quadri dipinti ad acquerello. Ischia vi chiama … in primavera più che mai. Raggiungere questo lembo di terra verde, a 18 miglia marine dalle coste partenopee, è molto semplice: dal porto di Napoli e da quello di Pozzuoli partono ogni giorno traghetti e aliscafi che collegano il continente all’isola. È possibile portare con sé il proprio mezzo a motore ma noi vi suggeriamo di affidarvi, per una volta, al caso, a quel che troverete sull’isola per rallentare i ritmi della quotidianità.

Ischia mare spiaggia
Fonte Istock

Dove Mangiare a Ischia

Ischia vanta delle specialità culinarie tutte sue e se venite in vacanza qui dovrete assolutamente assaggiarne almeno una. Famosissimo il coniglio all’ischitana, ovvero marinato e speziato e poi consumato insieme alla pasta; provate anche gli spaghetti alle vongole che qui hanno un sapore unico; la pizza ischitana è chiusa dentro la sua stessa pasta e farcita con capperi, verdura scarola, olive nere e acciughe per poi essere fritta anziché infornata.

Ma il piatto forte dell’isola è un semplicissimo panino con il prosciutto crudo e la mozzarella di bufala, detto “a Zingara”. Per gustare queste e altre bontà, anche più raffinate, magari accompagnate dall’ottimo limoncello vi consigliamo Umberto a Mare, particolarmente famoso per la carta dei vini quasi tutti di produzione locale. Per chi ama la buona pizza l’idea migliore è andare da Cecilia, mentre per palati e portafogli raffinati l’indirizzo giusto è Ristorante Alberto.

Dove Fare Shopping

L’incrocio ideale per chi vuole fare shopping a Ischia è quello di corso Vittoria Colonna e via Roma, strade lungo le quali sorgono negozi, botteghe, localini, rivendite di souvenir e tanto altro da scoprire. Se cercate gioielli e articoli preziosi dovete invece passeggiare lungo corso Rizzoli a Lacco Ameno.

Il turista che arriva a Ischia viene in cerca di bottiglie di limoncello, di vini particolari, ma anche di spezie e di manufatti di paglia (cesti, borse, cappelli) e non manca chi vuol trovare anche qui statuine di pulcinella o dei presepi napoletani! Tra i negozi più conosciuti certamente Ferrandino Souvenirs, seguito da Miscillo che si trova nella parte più elevata dell’isola. Buono anche La Conchiglia.

Come Spostarsi sull’Isola

Premesso che il centro di Ischia si dovrebbe girare sempre a piedi, per spostarsi sulla superficie dell’isola potrete contare sui bus urbani dell’Eav, che sono puntuali e mai troppo cari. In alternativa al trasporto pubblico, è possibile noleggiare macchine e scooter così come le biciclette. Spesso il servizio è gestito dagli stessi alberghi e B&B.

Escursioni a Ischia

Se volete distaccarvi dallo stereotipo di Ischia-Sole-Mare prenotate un’escursione sui sentieri che portano a Monte Epomeo, il punto più alto dell’isola. Esistono percorsi che vi faranno attraversare il centro dell’isola fino a farvi dimenticare le spiagge: da Monte Tripodi all’Epomeo per poi scendere alla Pietra dell’Acqua e Bocca di Serra fino a Serrara, dove vi attende un bellissimo balcone panoramico. Altra escursione interessante è quella al Bosco della Maddalena, il bel polmone verde di Ischia. Con gli aliscafi si possono effettuare gite di una o mezza giornata alle isole vicine, come Ventotene, Procida o Capri.

Cosa Vedere

Se rimanete sull’isola di Ischia, comunque, non vi annoierete di certo. I luoghi magici da visitare sono molti e noi vi consigliamo di iniziare dal Castello Aragonese. Basato su una fortificazione antichissima (pare del 474 aC), fu riedificato dagli Aragonesi nel 1441.Tra le sue mura sono custodite il convento con cimitero delle Clarisse, la chiesa dell’Immacolata, le rovine della ex cattedrale dell’Assunta, l’abbazia dei Basiliani e il maschio.

Ischia castello aragonese
Fonte Istock

Di fronte al promontorio del castello sorge la Torre Guevara, conosciuta con altri due nomi (Torre Michelangelo e Torre Sant’Anna) che fu un bastione difensivo e oggi è un centro culturale ed espositivo. Le testimonianze antiche di Ischia sono raccolte nei musei Archeologico Pithecusae e di Santa Restituta. Un altro museo interessante, che è anche un piccolo orto botanico, è il Giardino di Lady Walton – detto anche la Mortella o la Mirtina – creato dalla moglie del musicista britannico William Walton che si stabilì qui nel 1949.

I centri abitati principali dell’isola di Ischia sono: Ischia, Casamicciola e Lacco Ameno. A Ischia centro, oltre al già citato Castello Aragonese e alla nuova cattedrale dell’Assunta, si possono ammirare una decina di piccole chiese, alcune dall’architettura molto mediterranea come Santa Maria di Costantinopoli e la chiesa dello Spirito Santo. Il porticciolo è anche esso un monumento da ammirare e da vivere in pieno. Lacco Ameno è il centro museale dell’isola dove troviamo il Museo Pithecusae e il Museo di Santa Restituta. Casamicciola invece è famosa per le terme.

Ischia piazza fontana
Fonte Istock

Le Terme di Ischia

Casamicciola è, nel bene e nel male, espressione del vulcanismo attivo di Ischia che ancora oggi si fa sentire. L’aspetto positivo del vivere su un vulcano si rivela soprattutto nelle terme, che già Greci e Romani sfruttavano totalmente. Fu solo nel XVI secolo però che l’Università di Napoli capì l’importanza turistica degli stabilimenti e li attivò con questo scopo specifico.

Le acque e i fanghi con notevoli capacità curative sono oggi il fiore all’occhiello non soltanto di Casamicciola ma dell’intera isola che vanta decine di stabilimenti e di piscine, spesso annesse agli hotel che ne sfruttano il richiamo turistico. Tra i migliori sono da segnalare: Parco Termale Castiglione a Casamicciola, Poseidon a Forio, il Parco Negombo di Lacco Ameno, il Tropical a Sant’Angelo e Fonte delle Ninfe a Barano d’Ischia. Ma in linea di massima ogni stabilimento è di qualità e molto ben attrezzato per far contento il turista.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *