Cracovia la perla turistica della Polonia

  • Shares

Quando si parla di Polonia il primo luogo suggerito da visitare è senza dubbio Cracovia, Krakow in lingua locale. Città dallo stile elegante ed attraente costruita tra le rive del fiume Vistola ed ai piedi dei Carpazi. Per lungo tempo capitale dello stato, è rimasta anche il centro culturale, artistico e universitario.

Se vi state chiedendo cosa vedere a Cracovia, siete nel posto giusto. Vi accompagnerò in un viaggio tra l’arte e i sapori di questa magnifica città.

mercato a Cracovia

Stare Miasto la città vecchia

L’intera area è riconosciuta Patrimonio dell’Unesco ed è tra i più prestigiosi complessi architettonici al mondo. Il centro della città è caratterizzato da Rynek Glowny (Mercato Grande) una delle piazze più estese d’Europa. Nel centro della piazza spicca il Sukiennice, (palazzo del tessuto) l’edificio più grande. All’interno, al pianterreno, si trova un mercato di artigianato e souvenir. Al secondo piano, una galleria di pittura polacca del XIX secolo.

A lato della piazza visitate l’interno della basilica di Santa Maria che, in passato fungeva anche da torre di guardia. Non perdetevi i trombettisti che ogni ora eseguono l’Hejnal, un’antica melodia dedicata alla sentinella che venne uccisa mentre avvertiva dell’invasione nemica.

Singolare anche la torre del municipio, oggi sede del Museo Storico, inclinata di 55 centimetri.

Passeggiate per l’ulica (via) Florianska, con numerosi negozi, e locali fino alla Porta omonima. Continuando nella stessa direzione troverete il barbacane, opera di protezione  in stile gotico costruito alla fine del 1400. Una tempo porta principale della città veniva utilizzata come base fortificata contro le invasioni.

Castello del Wawel

Il complesso fortificato di Wawel situato sulla collina è un simbolo della città di Cracovia. Composto dal castello, che possiede stupendi bassorilievi e sale sontuose, e dalla cattedrale di San Venceslao e Stanislao, dove giacciono le tombe reali.Non dimenticate di salire sulla sua torre: si narra che toccare la campana porti fortuna.

Tra le opere custodite troviamo anche la Dama con l’Ermellino di Leonardo da Vinci. Durante la visita lasciatevi trascinare dalla mitologia polacca. Avvicinandosi al fiume si scende nel parco dove è situato la caverna del leggendario drago. Si narra che in passato, la  popolazione di Cracovia fosse terrorizzata dalla sua presenza.

il castello di Wawel a Cracovia

Kazimierz, il quartiere della comunità ebraica

Caratterizzata da diverse sinagoghe ebraiche, è diventato una delle zone di intrattenimento della città con diversi bar e ristoranti. Nel quartiere è stato girato il famoso film Schindler’s List e si trova il museo dedicato all’Olocausto. Non distante a sud-est si trova la fabbrica di Schindler diventata museo.

Cosa mangiare a Cracovia

Tipici di tutta la Polonia sono i Pierogi, pasta ripiena con crauti e funghi (z kapusta i grzybami) o con patate (ruskie) o con formaggio (z serem) o con carne (z miesem). Ottimo anche il bigos, tradizionale stufato di crauti con pezzi di carne e salumi. Ma non possono mancare anche zuppe a base di verdure, carne o ortaggi. Le Placki ziemniaczane, frittelle di patate e gli oscypek, tipici della catena montuosa Tatra, non distante da Cracovia: piccoli pezzi di formaggio salato preparati con latte di pecora.

Per gli amanti della birra artigianale suggerisco il C.K Browar nei pressi della Stare Miasto. A Cracovia è possibile degustare Wodka accompagnata dall’assaggio di cibi locali in moltissimi locali. Il più caratteristico forse è il Wodka Cafè Bar.

In Plac Mariacki, nella Stare Mesto  potete provare della cioccolata artigianale nella Krakowska Manufaktura Czekolady.

Dove Mangiare a Cracovia

Se volete mangiare Pierogi provate una tra le “pierogarnia”. Tra i locali da suggerire: Pod Wawelem, Chata restaurant, bania luka, The Piano Rouge Restaurant. Se cercate qualcosa di “particolare” andate al ristorante Rubinstein ed al Singer. Quest’ultimo caratteristico per i suoi tavoli con macchine da cucire.

Come spostarsi per la città

Nelle area della città vecchia (Stare Miasto), Collina di Wawel e Kazimierz non distano molto tra di loro ed è possibile facilmente percorrerle a piedi. Il sistema dei trasporti permette di spostarsi in ogni angolo della città. Dall’aeroporto è possibile raggiungere la stazione (meno di 20 minuti) e le miniere del sale in treno. Per visitare il campo di concentramento,Wadowice, occorre l’auto oppure gli shuttle o partecipare ad uno dei tour organizzati.

Periodo migliore per visitare

Come in tutta la Polonia il periodo migliore per visitare Cracovia è sicuramente la primavera e l’estate. Il resto dell’anno è complice la situazione meteorologica meno favorevole.

Nei dintorni:

La Polonia è una vera perla e le sue città più importanti, Varsavia, la capitale, e Cracovia, sono solo due dei numerosi luoghi degni di essere visitati.

Le miniere di Sale di Wieliczka

Introducetevi nel mondo sotterraneo delle miniere di sale in un piccolo paese poco distante dalla città vecchia.  Percorrete poche centinaia di scalini per scendere al livello inferiore. Vi troverete tra sculture, corridoi e laghi salini. Per risalire utilizzerete lo stesso ascensore dei minatori. Un’esperienza davvero indimenticabile.

Auschwitz (Oswiecim), il campo di concentramento nazista

A circa un’ora di auto ad ovest di Cracovia è possibile visitare uno dei luoghi simbolo dell’Olocausto. Tristemente noto, il campo di concentramento di Auschwitz – Birkenau è una testimonianza molto forte di un tratto di storia mondiale.

Wadowice

A sud-ovest si trova la città natale di Papa Giovanni Paolo II, Wadowice. I luoghi d’interesse seguono le orme della vita Karol, partendo dalla sua modesta casa e arrivando ad una piccola chiesa.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *