Chiang Rai: in Thailandia, nella città del Tempio bianco

  • Shares

In Thailandia alla scoperta di Chiang Rai. A 785 km a nord di Bangkok, la città capitale dell’omonima provincia vi aspetta per svelare i suoi antichi tesori. Nell’affascinante località thailandese si trova il Wat Rong Khun, conosciuto come il ‘Tempio bianco‘. Sono tanti i monumenti e i templi che impreziosiscono la città e che vi lasceranno senza fiato per la loro maestosità e sontuosità. Chiang Rai, fondata nel nel 1262 dal Re Mengrai, oggi si presenta come un perfetto punto di partenza per andare alla scoperta delle meraviglie della Thailandia del nord.

Cosa vedere a Chiang Rai

Il monumento più celebre di Chiang Rai è senza dubbio il Wat Rong Khun, il cosiddetto ‘Tempio bianco‘. Realizzato completamente in gesso bianco e specchietti, il tempio è ricco di suggestive decorazioni artistiche che rappresentano l’ascensione dal mondo terreno. Altrettanto affascinante è Wat Phra Kaeo caratterizzato da preziose statue in bronzo di Buddha e famoso per essere il luogo in cui venne scoperto il Buddha di smeraldo, attualmente custodito a Bangkok. Da non perdere infine anche Wat Phra Sing, un raffinato esempio dell’architettura religiosa Lanna, e il monumento al Re Mengrai, fondatore della città.

Nei dintorni

Triangolo d’oro e Chiang Saen

A 8 km da Chiang Saen si ammira il cosiddetto Triangolo d’oro. Questo luogo sul fiume segna il punto in cui i confini tra la Thailandia, il Laos e il Myanmar si incontrano e si congiungono il fiume Mekong con il suo piccolo affluente, il fiume Ruak. La città di Chiang Saen, situata sulle sponde del fiume Mekong, è il sito di un antico insediamento e i resti si possono ancora ammirare tra le rovine delle mura cittadine, nei fossati e nei templi.

Parco Nazionale di Doi Luang

Il Parco Nazionale di Doi Luang copre una superficie di oltre mille km². L’attrazione maggiore del parco è la cascata di Pu Kaeng. Si tratta di un’ampia cascata immersa nella foresta vergine con l’acqua che scende tra le fessure di rocce calcaree.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *