Celano: nella Marsica un antico borgo all’ombra del Castello

  • Shares

Celano è un meraviglioso comune in provincia dell’Aquila tutto da scoprire. Secondo comune della Marsica per numero di abitanti, Celano è situato in posizione dominante sulla piana del Fucino e alle pendici del Monte Tino. Il centro affonda le sue origini in epoca preistorica e nel corso dei secoli ha subito diverse dominazioni. Come altri centri di questo territorio, il comune di Celano ha subito gravi danni in seguito a diversi eventi sismici ma, dopo importanti opere di restauro, è tornato all’antico splendore.

Come arrivare

Gli aeroporti più vicini sono quelli di Pescara e Roma (Ciampino e Fiumicino). La stazione ferroviaria Celano- Ovindoli è servita dalla linea Roma-Avezzano-Sulmona-Pescara. Chi sceglie l’auto venendo da Roma e Pescara dovrà percorrere l’autostrada A25 e uscire al casello di Aielli-Celano.

Cosa mangiare

La cucina tipica di Celano è ricca di piatti dal gusto deciso. Tra i primi piatti figurano i tacquelòzze (pasta a forma di rombo) con il sugo di castrato e la lasagna con le polpettine. Tra i prodotti locali ci sono alcune eccellenze tipiche del territorio come la patata del fucina e la carota dell’altopiano del Fucino, entrambe certificate IGP.

Cosa vedere a Celano

Castello Piccolomini

Il Castello Piccolomini è senza dubbio il simbolo della città di Celano. Il maniero fu edificato per ordine del conte Pietro Berardi nel 1392. Il Castello andò ad aggiungersi al sistema di mura e al torre-mastio voluto dagli antenati del conte. Nel 1915 la fortezza è stata gravemente danneggiata dal terremoto della Marsica e solo nel 1940 si è provveduto ad avviare un opera di restauro. Il maniero oggi ha l’aspetto della tipica fortezza medievale con pianta rettangolare e quattro torri agli angoli. Il Castello è diventato sede del Museo di arte sacra della Marsica che espone ampie e preziose collezioni di opere di pittura, scultura, oreficeria e tessitura ma anche numerosi reperti archeologici tornati alla luce dopo il prosciugamento del lago Fucino.

Celano castello
Fonte Istock

Chiese

Sono tante le chiese che impreziosiscono il centro storico di Celano. Tra tutte spiccano la Chiesa di San Giovanni Battista con i suoi pregevoli affreschi quattrocenteschi, la Chiesa di Santa Maria Valleverde che custodisce alcune opere del pittore Pietro Zoppo, la Chiesa di Santa Maria delle Grazie che sorge su un antico cimitero urbano e la Chiesa di San Francesco edificata per volere della nobildonna Jacovella da Celano in onore del Santo di Assisi. Meritano una visita anche la Chiesa di Sant’Angelo ai piedi del Castello Piccolomini e la Chiesa della Madonna del Carmine edificata nel 1573 in stile tardo barocco.

Siti archeologici

Il territorio di Celano presenta diversi siti archeologici di grande interesse come Celano-Paludi, necropoli risalente all’ultimo periodo dell’età del bronzo. Il monte Tino conserva i resti del castello-recinto risalente al X secolo mentre sul Monte San Vittorino si trovava il monastero scomparso di San Vittorino in Telle.

Eventi e manifestazioni

Il 22 maggio a Celano si celebra la festa di Santa Rita. Dal 24 agosto invece si rinnova l’appuntamento con le celebrazioni in onore dei santi martiri Simplicio, Costanzo e Vittoriano. Da non perdere durante la settimana di Pasqua le celebrazioni del Venerdì Santo con la processione delle sette confraternite.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *