Bettona, nel cuore dell’Umbria: cosa vedere, fare e mangiare nel borgo

  • Shares

Al confine nordorientale dei Monti Martani, a circa 20 km da Perugia e nel cuore dell’Umbria, sorge Bettona, comune dall’alta carica suggestiva, inserito nel virtuoso circuito dei Borghi più Belli d’Italia. Con i suoi oltre 4.000 abitanti, esso è una chicca di rara bellezza, grazie alle sue preziosità storico-culturali e grazie alla salubrità della sua aria; il tutto conservato all’interno delle sue ammirevoli mura. Non resta che andare a scoprire i segreti di questo luogo meraviglioso.

Bettona: cosa vedere tra le mura nel borgo

Bettona, che si ‘riposa’ su un colle nel centro della regione umbra, offre panorami mozzafiato che spaziano fino a Perugia, Assisi, Spello ed altre zone incantevoli. Il borgo è ‘compatto’, riparato dalle mura che, in parte, sono state erette su quelle risalenti addirittura all’epoca etrusca. Ciò che però si respira a pieni polmoni in questo paradiso è l’aria medievale, a cominciare dall’antico portone in legno della porta di ingresso al borgo, vale a dire quella di Santa Caterina. Tante e interessanti le architetture civili, i cui fiori all’occhiello sono il Palazzetto del Podestà, datato 1371 e oggi sede della pinacoteca Comunale, Palazzo Biancalana, costruito nel XIX secolo e in cui attualmente sono in corso dei lavori per allestire un Museo Archeologico, e infine Palazzo Baglioni.

Bettona borgo
Fonte Istock

Bettona, cosa vedere: i luoghi di culto

Tra i monumenti e i luoghi di culto più antichi e celebri, ecco la Collegiata di Santa Maria Maggiore, la chiesa più rinomata del borgo. Vide la luce durante i ‘primordi’ cristiani e fu in seguito ampliata e riconsacrata nel 1225. Infine, tra gli anni 1803-1816 assunse lo stile neoclassico che è oggi visibile, ‘rinunciando’ al gusto romano-gotico, che tuttavia rimane testimoniato da una cappella. Tra i tesori conservati al suo interno, spiccano gli affreschi dell’abside realizzati nel 1939 dal futurista Gerardo Dottori. Altri luoghi di culto allettanti sono la Chiesa di San Crispolto (XIII secolo e la cui facciata è frutto dell’ingegno ottocentesco di Antonio Stefanucci, discepolo del Vanvitelli) e l’Oratorio di Sant’Andrea (sempre datato XIII secolo) che conserva un magnifico soffitto ligneo a cassettoni del XVI secolo, un altare settecentesco e un ciclo pittorico attribuito alla scuola giottesca raffigurante la Passione di Cristo (1394).

Bettona: i tesori della pinacoteca

Altro luogo assai quotato di Bettona è la Pinacoteca Comunale in Piazza Cavour. Più precisamente, essa trova spazio nelle sale di Palazzo Biancalana e in quelle del Palazzetto del Podestà dove sono conservate opere di caratura elevata come ad esempio la Madonna della Misericordia e il Sant’Antonio del Perugino, oltre alla pala d’altare di Jacopo Siculo, l’Adorazione dei pastori di Dono Doni e altri capolavori del Della Robbia, di Giuseppe di Ribera e di Fiorenzo di Lorenzo. Inoltre, sempre nella pinacoteca, si trovano anche notevoli reperti archeologici provenienti dall’epoca etrusca e romana.

Bettona, appuntamenti: feste, sagre, eventi e piatti tipici

A Bettona c’è un ricco cartellone di appuntamenti. Quindi, quando deciderete di visitare il borgo date un’occhiata al calendario. L’11 e 12 maggio c’è la festa del Patrono San Crispolto, a giugno e luglio si organizza il Bettona sotto le Stelle (manifestazione ricca di eventi culturali, musicali, di teatro e di danza), mentre durante l’ultima settimana di luglio si celebra la Sagra dell’Oca. A settembre è tempo di un’altra sagra, quella Musicale Umbra, con concerti di musica classica presso la Chiesa di San Crispolto. Infine, passando da questo suggestivo borgo, non scordatevi di assaggiare i suoi prodotti tipici, come la Torta al Testo (genere di focaccia cotta su una particolare padella e farcita con affettati e formaggi locali) e l’oca arrosto. Questa è pure terra di vini e oli tipici pregiati, quindi deliziatevi anche queste bontà. Buon appetito e buona vacanza!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *