Berna, cosa vedere nella capita della Svizzera

  • Shares

Berna è la capitale della Svizzera e dell’omonimo cantone, nonché sede del Parlamento e del Governo. Con i suoi 133.115 abitanti, Berna si estende su una superficie di 51,62 Km². È attraversata dal fiume Aar, che nasce dalle Alpi bernesi, situate 20 km più a Sud della città. I monti più vicini sono il Monte Gurten e il Monte Bantiger. La lingua ufficiale è il tedesco. Il clima è caldo e temperato, ma si registra un’alta piovosità in tutti i mesi dell’anno. Berna è una città ricca di attrazioni turistiche e culturali, pur non trascurando i luoghi di divertimento. Il suo centro storico è divenuto patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Cosa e dove mangiare

La cucina tradizionale svizzera è influenzata da quella italiana, francese e tedesca, sebbene quest’ultima sia maggiormente diffusa. La specialità bernese per eccellenza, come suggerisce anche il nome, è il Berner Platte: consiste in un ricco piatto unico composto da vari tipi di carne (prosciutto, speck, costine, midollo etc.) accompagnati da crauti, fagioli e patate. Un classico della cucina svizzera è l’Älplermagronen, letteralmente “pasta dell’alpigiano”: è composto da pasta, patate, cipolle, formaggio e panna.

Tra i piatti più tipici, citiamo anche il Capuns (un involtino di carne bollito in latte e brodo) e la Fonduta. I formaggi sono una prelibatezza svizzera da non farsi mancare: i più conosciuti sono l’Appenzeller, l’Emmental, la Groviera ed il Tilsiter. Il rösti è un contorno che consiste in patate tritate o grattuggiate a crudo e passate in padella, con cipolla, pancetta e formaggio. Gli Spätzle, conosciuti anche con il nome di Knöpfle, sono gnocchetti a base di farina di grano tenero, uova ed acqua; sono tipici della Germania meridionale, ma molto apprezzati anche in Svizzera.

Per quanto riguarda i dolci, non vi è uno in particolare, fatta eccezione per gli Honiglabchueche: biscotti a base di panpepato e miele. Il prodotto più tipico della Svizzera è sicuramente il cioccolato, che si può trovare nelle Confiserie (pasticcerie tipiche) del luogo.

Shopping e Souvenir

Lo shopping a Berna è in grado di accontentare proprio tutti, grazie alla varietà dei negozi e all’assortimento dei prodotti. Infatti, è possibile trovare boutique alla moda, bigiotteria raffinata, mercati tradizionali, semplici negozi di articoli di seconda mano, piccoli e grandi centri commerciali.

Le due vie principali per gli acquisti sono la Kramgasse e la Gerechtigkeitsgasse, con ben 6 km di porticati, dove passeggiare e fare compere.

La Svizzera è la patria degli orologi, infatti sono presenti a Berna numerose gioiellerie e oreficerie con una lunga tradizione; i marchi più noti sono Oreficeria Natanael Gregorio, Heimatwerk Bern, Kurz gioielli e orologi, Sokolov Jewelry, Orologi gioielleria Zigerli Iff e molti altri.

Gli Svizzeri sono anche maestri del cioccolato. Per chi ama soddisfare il palato, si consiglia di recarsi alla Beck Glatz Confiseur, dove è possibile trovare il cioccolato tipico e la loro specialità: gli orsetti alle mandorle.

Come spostarsi

Il centro storico di Berna è piuttosto “raccolto” per cui è possibile visitarlo comodamente a piedi; inoltre alcune aree sono chiuse al traffico. Per i grandi spostamenti, invece, la città presenta una fitta rete di trasporti pubblici tra bus, tram, funicolare ed S-Bahn  (sistema di trasporto ferroviario). Bernmobil è la compagnia che gestisce i trasporti pubblici e le tariffe si suddividono in corsa singola e biglietto giornaliero, consentendo un notevole risparmio.

Cosa visitare

Berna è una città ricca di attrazioni turistiche e grazie alla sua varietà, è in grado di accontentare ogni tipologia di viaggiatore.

Chi ama fare shopping, può passeggiare comodamente lungo i porticati medievali ed ammirare le vetrine, lungo un percorso al coperto di ben 6 km. Inoltre, Spitalgasse e Marktgasse sono i principali centri commerciali della città.

Per gli amanti dell’arte c’è il Kunstmuseum, sulla Hodlerstrasse, che ospita capolavori d’arte antica, moderna e contemporanea; in particolare, si segnala la presenza di opere di Duccio di Buoninsegna, Delacroix, Courbet, Salvador Dalì, Paul Klee, Matisse, Cézanne e molti altri. Inoltre, a Berna è presente un museo interamente dedicato a Klee, chiamato “Zentrum Paul Klee”, in cui sono esposte ben 4000 opere dell’artista.

Il paesaggio naturale e le caratteristiche proprie del territorio offrono la possibilità di svolgere escursioni giornaliere, di cui daremo qualche accenno nel prossimo paragrafo. Successivamente verranno descritte le altre principali attrazioni turistiche e mete d’interesse culturale.

Berna vista fiume
Fonte Istock

Escursioni

La città di Berna è bagnata dal fiume Aare che nasce dalle Alpi e forma i laghi di Brienz e Thun. Il punto di partenza è il quartiere di Marzili, raggiungibile con la funicolare dal centro della città. Risalendo il fiume si raggiunge il Dählhölzli, il parco zoologico di Berna, e l’Elfenau, un ambiente naturale protetto. Il motoscafo Bodenacker collega Berna con il lago di Thun, dove è possibile proseguire l’escursione in traghetto MS Berner Oberland, ed ammirare il paesaggio delle Alpi bernesi. A bordo di un secondo motoscafo, il MS Jungfrau, si può esplorare il lago di Brienz.

Il Bärengraben, ovvero “Il Parco degli orsi”, si estende sulla sponda dell’Aare per ben 6000 m². Si tratta di una delle mete turistiche più gettonate del luogo: qui si possono vedere 3000 animali di specie diverse, nei loro habitat naturali. È il luogo ideale per i turisti che amano la natura e per quelli che sono accompagnati dai bambini.

Se state cercando una vista mozzafiato sulla città di Berna, circondata dal fiume Aree e dalle sue bellezze naturali, non potete mancare una visita al Parco delle rose, uno dei luoghi più suggestivi e romantici. Qui è presente un’area da pic-nic, un parco giochi per i bambini ed un ristorante. Per chi ama i fiori è un vero must: infatti nel giardino si possono ammirare ben 223 varietà di rose, 200 di giaggioli e 28 di rododendri.

La cattedrale di Berna

La Berner Münster è una chiesa cristiana protestante, costruita nel 1421 e completata nel 1893. Il suo stile architettonico e gotico e neogotico. La cattedrale era originariamente dedicata a San Vincenzo di Saragozza; successivamente convertita al protestantesimo, attualmente rappresenta uno degli edifici di culto evangelico di maggiore rilievo della Svizzera. Al suo interno è possibile ammirare la struttura a tre navate, la torre campanaria ed il portale maggiore, con una particolare rappresentazione della scena del Giudizio universale, l’opera più importante dello scultore Erhart Küng. Dal parco è possibile prendere un ascensore che permette ai visitatori di raggiungere il fiume Aare.

La torre dell’orologio

La Torre Zytglogge è stata dichiarata Patrimonio dell’umanità UNESCO dal 1986. Fu costruita intorno al 1218, come fortificazione della città. L’altezza originaria (12 metri) era circa la metà di quella attuale. Nel ‘300, la torre fu adibita a carcere femminile, in particolare vi risiedevano le prostitute. Nel ‘400 fu abbandonata in seguito ad un rovinoso incendio. Nel ‘500 l’orologio venne ricostruito da Kaspar Brünner e la torre venne restaurata in base allo stile gotico. Tra il ‘600 e il ‘700, contribuirono ai successivi lavori Niklaus Hebler e Ludwig Emanuel Zehnder.

Berna torre orologio
Fonte Istock

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *