Barbados: 10 cose da fare e da vedere

  • Shares

Spiagge bianche, acque cristalline, parchi naturali e storia: Barbados è un paradiso che sorge più a est delle Piccole Antille. Denominata “Piccola Inghilterra”, quest’isola ha molto da offrire ai suoi visitatori. Gli anni di influenza britannica hanno reso Barbados un luogo affascinante e ricco di contrasti. I Bajani, gli abitanti del luogo, hanno infatti assimilato usi e costumi inglesi, per questo non è raro vedere in giro per i locali il ritratto della Regina Elisabetta. Ecco quindi dieci cose da fare e da vedere a Barbados.

Bere rum a Bridgetown

Bridgetown è la capitale di Barbados e l’unica vera città presente sull’isola. I suoi quartieri sono costituiti dalle famose chattel houses, le abitazioni in legno, e ospitano numerosi negozietti e bar in cui assaporare il rum locale. Il centro della città brulica spesso di turisti, arrivati per ammirare il palazzo del Parlamento e la famosa statua di Lord Nelson, situata nella National Heroes Square.

Esplorare le profondità del mare

Cristallino e popolato da migliaia di pesci: il mare di Barbados è uno spettacolo unico da scoprire in tanti modi diversi. Potete affittare un catamarano e perdervi al largo, oppure partecipare ad una delle crociere organizzate per i turisti. In tanti scelgono di fare snorkeling, per entrare ancora più in contatto con la natura, ma il modo migliore per scoprire il mare a Barbados è farlo su un sottomarino, che vi porterà alla scoperta degli abissi: provare per credere!

Fare il bagno nella grotta di North Point

L’estremità nord di Barbados culmina a North Point, dove si trova una scogliera a picco sul mare, con le onde che si infrangono contro la roccia. Al di sotto è situata una grotta in cui nuotare e lasciarsi conquistare dallo spirito selvaggio dell’isola.

Ammirare il tramonto da Pico Teneriffe

Pico Teneriffe è uno dei punti panoramici più belli. La sua forma a piramide lo rende uno dei luoghi inconfondibili di Barbados. Per arrivarci raggiungete la costa atlantica dell’isola, dove si trovano falesie e lunghe spiagge di sabbia bianca. Da qui potrete ammirare uno dei tramonti più belli della vostra vita.

Respirare il profumo delle orchidee

Barbados è anche la patria di tantissimi fiori rari e stupendi, come le orchidee. Per scoprire questo fiore la meta ideale è Orchid World, il parco botanico che ospita 20mila esemplari di questo fiore, con specie provenienti da tutto il mondo. Altri due indirizzi da non perdere sono Andromeda Gardens, in cui sono custodite oltre alle orchidee, anche palme, begonie, cactus e bouganville, e Flower Forest, dove si trovano le piante tropicali più rare.

Ritornare all’epoca coloniale

Per scoprire il passato coloniale di Barbados recatevi a St. Nicholas Abbey dove, fra gole e foreste di mogano, si trova la più grande piantagione di canna da zucchero. Nell’area si può visitare anche una residenza coloniale, in stile architettonico del XVII secolo, il Morgan Lewis Mill, uno dei pochi mulini per produrre zucchero arrivato sino ai giorni nostri.

Avventurarsi nella natura selvaggia

Il Barbados Wildlife Reserve è un parco naturale in cui gli animali vivono in libertà. In questa zona dell’isola, una fra le più belle al mondo, si possono incontrare scimmie, lontre, manguste, iguana e gigantesche tartarughe.

Scoprire Barbados a cavallo

Ci sono tanti modi per scoprire Barbados, uno di questi è a cavallo. Fra i percorsi più affascinanti da fare in sella c’è quella a Whim Gully, fra alberi di fico barbuto e rocce di origine corallina. Da visitare anche la costa est, in cui ammirare il mare che si infrange sugli scogli.

Nuotare con le tartarughe e fare surf

Fra Hastings e St Laurence Gap, si trovano Worthing Beach e la splendida spiaggia di Sandy Beach. Si tratta di una striscia di sabbia bianca con acque cristalline in cui immergersi per nuotare con le tartarughe. Poco più avanti c’è Dover Beach, in cui praticare, anche per la prima volta, body surf e windsurf.

Mangiare al mercato del pesce di Oistins

Oistins è un piccolo villaggio di Barbados, molto pittoresco e considerato il centro ittico dell’isola. Qui ogni week end si svolge un mercato del pesce molto particolare, in cui mangiare pesce mentre si ascolta musica soca e reggae. Il piatto migliore da assaggiare è il flying fish & coucou. Si tratta della ricetta nazionale realizzata con pesce volante fritto oppure grigliato servito con farina di mais e okra condita con pomodoro, cipolla, aglio e varie spezie.

Barbados: informazioni turistiche

Per entrare a Barbados non occorre essere in possesso di un visto turistico. Il passaporto dovrà avere una validità residua di almeno sei mesi ed essere accompagnato da un biglietto di andata e ritorno o di proseguimento viaggio. Inoltre si dovrà dimostrare di avere fondi sufficienti a coprire le spese della durata del soggiorno.

Il periodo migliore per andare a Barbados va da febbraio a maggio. Essendo anche il periodo di maggiore afflusso turistico, tenete presente che i prezzi saranno piuttosto alti.

barbados

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *